• Via De Gasperi 22, 60125 Ancona
  • Dal lunedì al giovedì 09:15-13:00 / Venerdì 09:30-14:30
Ordine dei Farmacisti della provincia di Ancona

montecitorio camerafarmacista33.it-C'è attesa sull'esame della Manovra, anche perché, tra le tante misure che hanno ricadute sul settore, è stato presentato anche un emendamento che rivede le soglie di fatturato annuo per l'applicazione degli sconti Ssn, con un sostengo, in generale, alle farmacie a basso fatturato, e un intervento per chiarire le voci che compongono il fatturato delle farmacie così da garantire uniformità sul territorio nel calcolo. Nel momento in cui questo numero chiude, l'esame in Commissione Bilancio è ancora in corso e, intanto, è slittato a mercoledì pomeriggio l'approdo della Manovra in Aula. A ogni modo, da quanto sembra emergere, la misura sulle piccole farmacie è contenuta nell'emendamento n. 41.029, dal titolo "disposizioni in materia di sconto per le farmacie".

senza titolofarmacista33.it-È allarme per la sanità del territorio: dai medici di famiglia, riuniti ieri al 35esimo Congresso della principale società scientifica della medicina generale, la Simg, è stata denunciata una situazione di carenza di professionisti, di ritardo nel potenziamento organizzativo della sanità territoriale, di eccessivo carico di lavoro negli ambulatori, che, unita alla tendenza ad accentrare l'assistenza, rischia di avere una ricaduta negativa sulla presa in carico dei cittadini e sugli outcome di salute dei cronici, oltre che sul territorio stesso. Ma come impatta questa situazione sulle farmacie, in particolare quelle di più piccole dimensioni che insistono su territori più disagiati? Come ci si può organizzare per dare comunque risposta ai cittadini?

A risponderci una titolare di farmacia rurale sussidiata, Arianna Capri, vicepresidente di Federfarma Verona, che ci racconta la sua esperienza: «Ci sono farmacie, come la mia, che insistono su territori isolati, caratterizzati da non continuità abitativa, con case sparse e distanti dai centri di servizi. In questi contesti, avere l'auto è indispensabile ma talvolta ce n'è una per nucleo famigliare, che normalmente viene destinata allo spostamento verso il lavoro, lasciando privo chi rimane a casa. Così, anziani o anche mamme con bambini piccoli - i target di popolazione spesso più bisognosi di assistenza - vivono in maniera ancora più profonda il disagio e spesso rileviamo un minor accesso alle cure».

farmacista uomo di spalle scaffalefarmacista33.it-Sono ormai diverse le multinazionali che stanno, da qualche tempo, comprando farmacie in varie parti d'Italia, realizzando, chi più chi meno, network che arrivano a poco meno (per ora) di 15 farmacie. Che cosa succede, nel passaggio di proprietà, ai dipendenti? Quali limiti ci sono nell'applicazione del contratto? Quali tutele? Abbiamo posto la domanda a Benedetta Mariani, presidente Fiafant e coordinatrice dei delegati Filcams Cgil delle farmacie Toscane, che ci ha fatto una panoramica a partire dalle esperienze del suo territorio, dove si stanno muovendo, spiega, «Walgreens Boots Alliance, Dr Max, Admenta ma anche Hippocrates Holding. Aziende che stanno acquistando anche in altre parti d'Italia, come per esempio Milano. In alcuni casi si tratta di multinazionali che erano già presenti come gestori di farmacie comunali, in altri nuovi soggetti».

© Ordine dei Farmacisti della provincia di Ancona 2007-2018 - Powered by SpoonDesign & Studiofarma