• Via De Gasperi 22, 60125 Ancona
  • In sede: Lunedì e Mercoledì 09.30-13.30 - Cellulare: 09.30-13.30 gli altri giorni (sabato escluso) n° 339.8651877
Ordine dei Farmacisti della provincia di Ancona

Turni farmacie

farmacie di turno

Editoriale

Circolari

Chi siamo

L'Ordine è un "Ente di diritto pubblico non economico" i cui provvedimenti hanno carattere di "atti amministrativi" sottratti al controllo esterno di legittimità. È dotato di autonomia organizzativa e di regolamentazione, ed è retto da un Consiglio direttivo composto da un numero di membri calcolato in rapporto al numero degli iscritti.

Continua a leggere

FOFI

fofi

farmacista giovanefarmacista33.it-Capitali in farmacia, la proposta di legge del movimento cinque stelle prevede per i farmacisti il possesso del 51% delle quote. L'obiettivo è quello di «assicurare, nella compagine sociale e quindi nella vita societaria» della farmacia «un maggior peso decisionale ai soci farmacisti professionisti rispetto agli altri soci» non farmacisti, perché «come più volte sancito dalla giurisprudenza interna, ma anche comunitaria, la gestione professionale a cura del farmacista rappresenta la garanzia per il corretto espletamento del servizio farmaceutico». È questo alla base della riproposizione da parte dell'on. Giorgio Trizzino (M5S) della misura - questa volta nella forma di una proposta di legge depositata alla Camera - per «introdurre un argine alla presenza di capitali nel settore delle farmacie, con l'obbligo del possesso del 51% delle quote di ogni farmacia a farmacisti iscritti all'albo».

farmacista braccia incrociate scioperofarmacista33.it-Disoccupazione farmacisti, la Federazione Internazionale Parafarmacie Italiane risponde alla presa di posizione dei giovani farmacisti contro le liberalizzazioni
È assurdo e contradditorio che i giovani farmacisti siano contrari a ulteriori liberalizzazioni e attacchino l'unica esperienza da dieci anni a questa parte che ha creato qualche minima opportunità per i giovani farmacisti. Commenta così il vice presidente della Federazione Nazionale Parafarmacie Italiane, Angelo Occhipinti, l'incontro avvenuto nei giorni scorsi tra Fenagifar, associazione che rappresenta i giovani farmacisti, con l'on. Lorefice e l'On Chiazzese del M5S.
Per Fnpi, è "assurdo" Fenagifar "nel porre il problema occupazionale per i giovani farmacisti raccomandi di non fare ulteriore liberalizzazioni, addirittura arrivando ad affermare che le liberalizzazioni di Bersani sono stato un grande favore per la Gdo. Fenagifar finge di ignorare il dato macroscopico di 4.300 parafarmacie e circa 10.000 posti di lavoro, molti di questi per giovani farmacisti, creati proprio dalla legge Bersani in questi anni".

farmacista braccia incrociate sciopero scaffalefarmacista33.it-Molto netta la posizione di Federfarma, espressa attraverso Filodiretto, a favore del servizio che Report ha dedicato agli effetti della legge sulla Concorrenza nell'ambito farmacie. «Il pericolo che la Legge 124/2017 favorisca l'affermarsi del modello di farmacia presente nei Paesi anglosassoni, dove i mega-esercizi possono addirittura vendere tabacco, è reale. Un'immagine distante anni luce da quella della farmacia italiana, luogo in cui si dispensano farmaci, consigli, servizi che spaziano dagli screening di prevenzione alla telemedicina. Sono pienamente condivisibili quindi le preoccupazioni espresse nel servizio televisivo - e documentate da interviste a colleghi che hanno lavorato in farmacie appartenenti a catene - che riguardano non solo l'impoverimento professionale, ma anche il peggioramento delle condizioni di lavoro del personale».
Non solo, ma il sindacato dei titolari evidenzia due ulteriori pericoli, non segnalati dai giornalisti di Raitre. Il primo legato al «rischio di infiltrazioni malavitose, con l'impiego di capitali di dubbia provenienza per rilevare la proprietà di farmacie che si trovano in difficoltà economica». Il secondo «al rischio che il servizio farmaceutico diventi disomogeneo sul territorio, a causa della capacità centripeta delle catene che concentrerebbero i punti vendita nelle zone più redditizie lasciando sguarnite quelle più disagiate».

© Ordine dei Farmacisti della provincia di Ancona 2007-2019 - Powered by SpoonDesign & Studiofarma