• Via De Gasperi 22, 60125 Ancona
  • In sede: Lunedì e Mercoledì 09.30-13.30 - Cellulare: 09.30-13.30 gli altri giorni (sabato escluso) n° 339.8651877
Ordine dei Farmacisti della provincia di Ancona

Turni farmacie

farmacie di turno

Editoriale

Circolari

Chi siamo

L'Ordine è un "Ente di diritto pubblico non economico" i cui provvedimenti hanno carattere di "atti amministrativi" sottratti al controllo esterno di legittimità. È dotato di autonomia organizzativa e di regolamentazione, ed è retto da un Consiglio direttivo composto da un numero di membri calcolato in rapporto al numero degli iscritti.

Continua a leggere

FOFI

fofi

finanziaria 2010 senato ok1farmacista33.it-Sfumata, per ora, anche al Senato l'ipotesi di introdurre gli emendamenti che avrebbero imposto una percentuale di almeno il 51% in mano a farmacisti nella proprietà delle farmacie. Nell'ambito delle modifiche al testo del Ddl Bilancio per l'anno finanziario 2019 sono stati depositati giovedì 13 dicembre dai senatori Sileri (M5S) e Romeo (Lega) due emendamenti che riproponevano quanto già presentato alla V commissione Bilancio della Camera. In particolare, la richiesta emendativa di Sileri avrebbe introdotto una sanzione di 50.000 euro in caso di mancato adeguamento delle predette società entro i 36 mesi dalla data di entrata in vigore della Legge. Tale sanzione avrebbe alimentato un fondo predisposto presso il ministero della Salute, con l'obiettivo di tutelare e sostenere le piccole farmacie. Ma nella seduta di domenica 16 dicembre, il presidente della commissione Bilancio del Senato, Daniele Pesco (M5S), ha dichiarato «inammissibili per materia» tali proposte.

montecitorio camerafarmacista33.it-È ancora aperta la discussione su pensioni a Quota 100, che sarà sperimentale, mentre sono in corso i contatti con Bruxelles sul Ddl Bilancio e sul deficit. E se, da un lato, il premier Conte rassicura che i provvedimenti ci saranno, sembra essersi man mano ridotta la platea degli interessanti e l'impatto dell'operazione. Per quota 100 si intende la somma tra anni di contributi versati e età anagrafica, che possono essere, come requisito minimo, 38+62. Da quanto emerge, per i lavoratori del settore privato, che abbiano raggiunto i requisiti entro fine anno, la misura potrebbe partire da aprile, mentre per chi lavora nel pubblico se ne parlerà dopo sei mesi. Per i privati, ci saranno quindi quattro finestre di accesso ogni anno, una ogni trimestre, con la prima che scatterebbe appunto il primo aprile. Potrebbero essere comunque introdotte clausole di garanzia per limitare la spesa nel caso di domande superiori al previsto, con interventi che potrebbero anche riguardare le finestre di accesso. A ogni modo, secondo quanto scrive il Sole 24 ore di oggi, «la platea di beneficiari dovrebbe ridursi (si parla ora di 300-350mila lavoratori) con un'adesione non superiore all'85% degli aventi diritto, sempre secondo le previsioni governative, che non collimano però con quelle dell'Inps».

montecitorio aula camerafarmacista33.it-Niente fattura elettronica per il 2019 e avvio graduale per gli scontrini elettronici a partire da luglio, in base al fatturato: sono i temi chiave inclusi nel decreto fiscale (119/2018) convertito in legge dalla Camera con 272 voti favorevoli e 143 contrari.. La norma di spicco, confermata, è l'articolo 10 bis che esonera dall'obbligo di fattura elettronica nel 2019 anche i farmacisti, e tutti i sanitari tenuti all'invio al Sistema Ts dei dati per il calcolo delle detrazioni nel modello 730 precompilato. Non sono obbligati alla fattura elettronica nemmeno gli aderenti al regime forfettario Iva con volume d'affari massimo di 65 mila euro annuali, ma quest'ultimo regime, con Irpef al 15%, rischia di pesare di più su chi ha redditi bassi e su chi fruisce di tante detrazioni e deduzioni per le spese e per i contributi versati, ad esempio quelli volontari, aggiuntivi alla previdenza obbligatoria, o quelli ai fondi di previdenza complementare e persino per i familiari a carico. Per i piccoli contribuenti (non sanitari) alla fine c'è il rischio concreto di dover restare nel regime attuale e di dover compilare la fattura elettronica da gennaio 2019.

© Ordine dei Farmacisti della provincia di Ancona 2007-2019 - Powered by SpoonDesign & Studiofarma