• Via De Gasperi 22, 60125 Ancona
  • In sede: Lunedì 15,30-19,30 dal Martedì al Giovedì 09.15-13.15 - Venerdì per urgenze cell. 3398651877
Ordine dei Farmacisti della provincia di Ancona

Turni farmacie

farmacie di turno

Editoriale

Circolari

Chi siamo

L'Ordine è un "Ente di diritto pubblico non economico" i cui provvedimenti hanno carattere di "atti amministrativi" sottratti al controllo esterno di legittimità. È dotato di autonomia organizzativa e di regolamentazione, ed è retto da un Consiglio direttivo composto da un numero di membri calcolato in rapporto al numero degli iscritti.

Continua a leggere

FOFI

fofi

farmaci blister capsulefarmacista33.it - La Fofi prende posizione sul caso dei ragazzi morti a Firenze: se dovessero emergere responsabilità a carico di farmacisti si agirà con la massima tempestività e fermezza. C'è un obbligo deontologico oltre che legale, di non consegnare senza ricetta nessun farmaco che la richieda, se dovessero emergere responsabilità a carico di farmacisti, nel caso dei due fratelli deceduti a Firenze, si agirà con la massima tempestività e fermezza. Non si è fatta attendere la risposta della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani, a quanto emerso finora dalle indagini della squadra mobile di Firenze che indaga sulla morte dei due ragazzi belgi trovati morti domenica scorsa probabilmente a causa - riferiscono i giornali e agenzie - dell'assunzione di farmaci a base di ossicodone, alcol e forse altre sostanze. «Il tragico episodio di Firenze non può lasciare indifferenti. Nel nostro paese - commenta il presidente Fofi Andrea Mandelli - non si conoscono fenomeni di abuso di medicinali analgesici oppioidi analoghi a quelli che si registrano in altre realtà, tuttavia occorre tenere alta la guardia. Per questo va applicata con il massimo rigore la normativa vigente, che impone la presenza di una prescrizione medica per la dispensazione di tutti questi farmaci: per alcuni la ricetta speciale per gli stupefacenti e per altri quella del SSN o quella "bianca" non ripetibile».

croce farmaciafarmacista33.it - Le modalità e i tempi per accedere alla riduzione del contributo previdenziale. Trenta settembre, giorno di scadenze. Anche per Enpaf. In particolare, secondo quanto ricorda nella bacheca dedicata, Farmaday, il notiziario dell'Ordine dei farmacisti di Napoli, presieduto da Vincenzo Santagada, proprio quella data è il «termine ultimo per presentare la domanda di riduzione del contributo previdenziale obbligatorio». Un termine importante perché «passato il quale non sarà più possibile accedere al beneficio. La scadenza riguarda solo quei Colleghi che presentino la domanda per la prima volta», in quanto neo iscritti all'Albo, «o quei Colleghi che in quest'ultimo anno hanno cambiato posizione lavorativa e intendono accedere al beneficio della riduzione».
D'altra parte, come ricorda il sito Enpaf, il contributo «previdenziale è dovuto da tutti gli iscritti agli albi degli Ordini provinciali dei farmacisti» ed è «stabilito in cifra fissa. Tuttavia ove l'iscritto appartenga ad alcune categorie ha la possibilità di chiederne la riduzione».

farmacista braccia incrociate sciopero scaffalefarmacista33.it - Uno stipendio fermo da quasi sette anni, a fronte di un costo della vita che continua a crescere, difficoltà legate alla liberalizzazione degli orari e delle aperture delle farmacie, a cui non ha fatto seguito un adeguamento normativo del contratto di lavoro che desse ai dipendenti strumenti di tutela e di organizzazione, ma anche le nuove esigenze di una farmacia che cambia volto e che si apre sempre più ai servizi e a un rapporto con il paziente più stretto, con tutte le responsabilità che ne derivano. Sono queste alcune delle preoccupazioni che, come spiega Francesco Imperadrice, presidente del Sindacato nazionale farmacisti non titolari, Sinasfa, «ci vengono continuamente segnalate in relazione al mancato rinnovo del contratto di lavoro dei dipendenti di farmacia. Una situazione che da troppo tempo è rimasta ferma e che ci auguriamo possa essere al più presto affrontata, anche alla luce della ripresa delle trattative sulla Convenzione e alla Farmacia dei servizi, che dovrebbero dare più certezza e strumenti».

© Ordine dei Farmacisti della provincia di Ancona 2007-2019 - Powered by SpoonDesign & Studiofarma