• Via De Gasperi 22, 60125 Ancona
  • In sede: Lunedì 15,30-19,30 dal Martedì al Giovedì 09.15-13.15 - Venerdì per urgenze cell. 3398651877
Ordine dei Farmacisti della provincia di Ancona

Turni farmacie

farmacie di turno

Editoriale

Circolari

Chi siamo

L'Ordine è un "Ente di diritto pubblico non economico" i cui provvedimenti hanno carattere di "atti amministrativi" sottratti al controllo esterno di legittimità. È dotato di autonomia organizzativa e di regolamentazione, ed è retto da un Consiglio direttivo composto da un numero di membri calcolato in rapporto al numero degli iscritti.

Continua a leggere

FOFI

fofi

caduceofarmacista33.it - Per mancanza di una regolamentazione e a causa di una legge incompiuta le Parafarmacia muoiono. È necessario riformare il sistema Farmacia. La Parafarmacia è una risorsa ma va preservata ed alimentata, altrimenti cessa di esserlo e diventa emergenza. Così si legge in una nota della Unaftisp a firma del presidente Daniele Viti.
"Per mancanza di una regolamentazione e a causa di una legge incompiuta le Parafarmacia muoiono, proprio come gli alberi, si estinguono come tante specie animali scomparse dalla faccia della terra. Dunque, è ora di guardare in faccia la realtà, raccontarsi delle favole fa stare meglio ma non porta a nulla. La realtà è che è necessario riformare il sistema Farmacia, restituire ciò che di buono c'è stato nella risorsa Parafarmacia concretizzando le buone intenzioni, le stesse che hanno spinto il Bersani del 2006 a cercare di dare un'identità all'esercizio di vicinato.
Il concorso Monti sicuramente non rientra nelle azioni da mettere in campo, non concede spazi a chi vuole mettersi a disposizione della sanità attraverso la sua professionalità. La Fnc per contro genererebbe un'anarchia di furbi e potenti, a danno di chi ha meno risorse economiche da investire, e tutto diventerebbe puro mercimonio e pura speculazione. L'unica strada è quella dell'accesso alla professione per tutti armonizzandolo nel sistema sanitario odierno (vanto nazionale in tutto il mondo) attraverso una selezione meritocratica e legata alle competenze e all'esperienza, e non ad una semplice lista 'bianca'.

farmacista bionda con paziente fogliettofarmacista33.it - L'omeopatia è un'opportunità per costruire un rapporto rinnovato e più solido con il paziente un'occasione per creare un nuovo indirizzo alla farmacia. L'omeopatia come opportunità per costruire un rapporto rinnovato e più solido con il paziente; un'occasione per creare una più stretta e approfondita relazione con il cliente e per dare un nuovo indirizzo alla farmacia. È quanto emerso da una indagine presentata in occasione del convegno "Il valore della relazione con il paziente e il ruolo del medicinale omeopatico" svoltasi nel corso di FarmacistaPiù.
La ricerca ha tracciato un quadro della trasformazione della farmacia, evidenziando l'emergere di una nuova tipologia definita "farmacia di relazione".
Questo modello, verso il quale è orientato il 22% dei farmacisti, implica la costruzione di una relazione continua con il cliente-paziente, basata sulla consulenza e la capacità di consiglio.
«Tra i bisogni di queste farmacisti c'è l'esigenza di maggiore formazione sui farmaci ma anche su patologie, per essere pronti e competenti davanti a un paziente sempre più informato ed esigente, ma anche proporsi come titolare della cattedra nell'educazione del paziente» ha spiegato Gadi Schoenheit, vicepresidente di Doxapharma «ma anche di competenze relazionali per comprendere i bisogni dei pazienti e instaurare relazioni efficaci».

farmacista bionda con paziente fogliettofarmacista33.it - La Fofi ha reso pubblico il disciplinare tecnico della Farmacia dei servizi, annunciato a FarmacistaPiù 2019: nel documento le linee guida per la sperimentazione dei servizi. Attivazione del fascicolo sanitario elettronico, monitoraggio dell'aderenza per Ipertensione, Bpco, diabete, holter pressorio e cardiaco, Ecg, autospirometria in telemedicina, ma anche supporto allo screening per la prevenzione del tumore del colon retto. Sono questi alcuni dei servizi contenuti nello schema di accordo tra Governo e Regioni sulle "Linee d'indirizzo per la sperimentazione dei nuovi servizi nella farmacia di comunità", consegnato - nella versione uscita dal tavolo di fine luglio - dal Ministero della Salute e che dovrà essere recepito «nella prima seduta utile della Conferenza Stato-Regioni». E, come si legge nel documento, annunciato a Farmacistapiù la scorsa settimana e ora anticipato dall'house-organ della Fofi, la sperimentazione, per la quale erano stati stanziati 36 milioni di euro per nove regioni - per il 2018 Piemonte, Lazio e Puglia, per il 2019 Lombardia, Emilia-Romagna e Sicilia e per il 2020 (Veneto, Umbria e Campania) - «deve essere considerata propedeutica al convenzionamento dei nuovi servizi».

© Ordine dei Farmacisti della provincia di Ancona 2007-2019 - Powered by SpoonDesign & Studiofarma