• Via De Gasperi 22, 60125 Ancona
  • In sede: Lunedì e Mercoledì 09.30-13.30 - Cellulare: 09.30-13.30 gli altri giorni (sabato escluso) n° 339.8651877
Ordine dei Farmacisti della provincia di Ancona

Turni farmacie

farmacie di turno

Editoriale

Circolari

Chi siamo

L'Ordine è un "Ente di diritto pubblico non economico" i cui provvedimenti hanno carattere di "atti amministrativi" sottratti al controllo esterno di legittimità. È dotato di autonomia organizzativa e di regolamentazione, ed è retto da un Consiglio direttivo composto da un numero di membri calcolato in rapporto al numero degli iscritti.

Continua a leggere

FOFI

fofi

farmacista giovanefarmacista33.it-In tema di tirocini extracurriculari, sono ormai poche le Regioni che non hanno ancora recepito l'accordo Stato-Regioni del 25 maggio 2017 di aggiornamento delle Linee guida ma, anche tra quelle che hanno deliberato (circa 18), non tutte hanno richiamato esplicitamente l'articolo che vieta di attivare «tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all'esercizio di professioni regolamentate, per attività tipiche ovvero riservate alla professione». Il fatto che tale formula non compaia nelle normative regionali implica che il tirocinio extracurriculare sia permesso? Questa situazione può rischiare di determinare una spaccatura tra Regioni in cui il tirocinio extracurriculare è vietato e Regioni in cui non lo è? Quanto pesa l'indicazione contenuta nel Codice deontologico? Abbiamo girato le domande a Maurizio Cini, presidente Asfi e professore all'Università di Bologna: «Va detto, in premessa, che il quadro vede comunque una situazione in miglioramento, un po' in tutte le Regioni, pur con differenze: oggi, di tirocini extracurriculari, se ne fanno meno, anche se ancora ci sono».

farmacista scrive al computerfarmacista33.it-Con delibera dello scorso 22 marzo la Regione Veneto avvia ufficialmente la parte operativa della sperimentazione delle attività inerenti alla Farmacia dei servizi con un finanziamento di 1,5 milioni di euro, dopo aver già sostenuto la fase propedeutica destinata alla formazione. È quanto ha comunicato Azienda Zero, l'ente unico di gestione della sanità di Regione Veneto, con una nota che annuncia l'avvio previsto il 1° aprile 2019 e indica le attività necessarie per l'avvio del progetto da adempiere entro la data. La Regione ricorda che "il progetto è stato strutturato in due parti. La prima, già effettuata e propedeutica per la seconda, ha riguardato la formazione dei farmacisti delle farmacie convenzionate" su tematiche relative "l'aderenza, lo switch tra prodotti diversi contenenti lo stesso principio attivo, la fragilità dei pazienti cronici e la loro presa in carico, la farmacovigilanza". La seconda parte, in partenza ora, prevede "il coinvolgimento dei pazienti scarsamente aderenti o non aderenti alle terapie croniche per il Diabete e/o la Bpco tramite il contatto con farmacisti appositamente formati al momento dell'erogazione dei farmaci. Tali pazienti verranno seguiti per due anni durante i quali saranno messe in atto dal farmacista una serie di azioni per migliorare l'aderenza alla terapia, tra cui il counselling individuale e comunicazione strutturata".

farmacista e paziente consiglio questionariofarmacista33.it-Quando serve chiedere al paziente il consenso al trattamento dei dati personali? Il Garante ha emesso un provvedimento per spiegare come si applica, ma per capire meglio come si declina per le farmacie, lo abbiamo chiesto a Rodolfo Pacifico, avvocato.
In ambito sanitario, serve chiedere al paziente il consenso al trattamento dei dati personali? In quali casi sì e in quali no? È per rispondere a queste domande che dal Garante della Privacy è stato emesso un nuovo provvedimento, il 7 marzo, per spiegare come si applica il Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali, in vigore dal maggio scorso, in ambito sanitario. E se sembra emergere che laddove ci siano finalità di cura il consenso non sia necessario, resta da capire come si declina questa indicazione per le farmacie. Abbiamo girato la domanda a Rodolfo Pacifico, avvocato Centro Studi di diritto sanitario e farmaceutico, che ha fatto un quadro su cosa cambia.

© Ordine dei Farmacisti della provincia di Ancona 2007-2019 - Powered by SpoonDesign & Studiofarma