• Via De Gasperi 22, 60125 Ancona
  • Dal lunedì al giovedì 09:15-13:00 / Venerdì 09:30-14:30
Ordine dei Farmacisti della provincia di Ancona

montecitorio aula camerafarmacista33.it-Niente fattura elettronica per il 2019 e avvio graduale per gli scontrini elettronici a partire da luglio, in base al fatturato: sono i temi chiave inclusi nel decreto fiscale (119/2018) convertito in legge dalla Camera con 272 voti favorevoli e 143 contrari.. La norma di spicco, confermata, è l'articolo 10 bis che esonera dall'obbligo di fattura elettronica nel 2019 anche i farmacisti, e tutti i sanitari tenuti all'invio al Sistema Ts dei dati per il calcolo delle detrazioni nel modello 730 precompilato. Non sono obbligati alla fattura elettronica nemmeno gli aderenti al regime forfettario Iva con volume d'affari massimo di 65 mila euro annuali, ma quest'ultimo regime, con Irpef al 15%, rischia di pesare di più su chi ha redditi bassi e su chi fruisce di tante detrazioni e deduzioni per le spese e per i contributi versati, ad esempio quelli volontari, aggiuntivi alla previdenza obbligatoria, o quelli ai fondi di previdenza complementare e persino per i familiari a carico. Per i piccoli contribuenti (non sanitari) alla fine c'è il rischio concreto di dover restare nel regime attuale e di dover compilare la fattura elettronica da gennaio 2019.

fad ecm computer ricetta elettronicafarmacista33.it-Incremento di 0,3 crediti all'ora per le attività di Formazione a distanza (Fad) che trattano argomenti su tematiche specifiche di interesse regionale, individuate da provvedimenti regionali, o per le tematiche di interesse nazionale, in ogni caso riconosciute o indicate da parte della Commissione Nazionale Ecm. È questa una delle novità - contenuta nella delibera della Commissione del 25 ottobre e operativa per gli eventi validati dal 1° gennaio - che sono state presentate durante la due giorni dedicata a fare il punto sulla formazione in sanità organizzata con il supporto di Agenas e ancora in corso. Un evento che è stato occasione, oltre che per spiegare ai provider e agli operatori sanitari le delibere di recente adozione, anche per presentare il "Manuale sulla formazione continua del professionista sanitario" e il "Manuale nazionale di accreditamento per l'erogazione di eventi Ecm", che hanno riorganizzato e semplificato le regole.

giulia grillo nuova bandierefarmacista33.it-La salute rappresenta la prima impresa del Paese con oltre 2 milioni di persone che ogni giorno vi lavorano: il successo o l'insuccesso del Sistema sanitario nazionale sarà determinato esclusivamente dalla capacità di individuare un nuovo modello e rimediare alle storture oggi presenti. Queste le parole del ministro della Salute, Giulia Grillo, che in occasione delle celebrazioni per i 40 anni del Ssn. Per il ministro oggi è fondamentale «eliminare le dispersioni di denaro pubblico soppesando attentamente quale sia la migliore qualità delle prestazioni per ogni livello di spesa».

Il problema, ha detto, «non è spendere meno ma spendere meglio: mi piacerebbe che affrontassimo il tema della salute dei cittadini come se parlassimo di investimento per il futuro» e ha sottolineato che la filiera salute rappresenta oltre l'11% dell'intero Pil, e quindi «il comparto salute non deve essere visto come un costo».

© Ordine dei Farmacisti della provincia di Ancona 2007-2018 - Powered by SpoonDesign & Studiofarma