• Via De Gasperi 22, 60125 Ancona
  • In sede: Lunedì 15,30-19,30 dal Martedì al Giovedì 09.15-13.15 - Venerdì per urgenze cell. 3398651877
Ordine dei Farmacisti della provincia di Ancona

Turni farmacie

farmacie di turno

Editoriale

Circolari

Chi siamo

L'Ordine è un "Ente di diritto pubblico non economico" i cui provvedimenti hanno carattere di "atti amministrativi" sottratti al controllo esterno di legittimità. È dotato di autonomia organizzativa e di regolamentazione, ed è retto da un Consiglio direttivo composto da un numero di membri calcolato in rapporto al numero degli iscritti.

Continua a leggere

FOFI

fofi

rapina29farmacista33.it - Prima nella provincia di Ascoli Piceno, poi in quella di Macerata, si è alzatala soglia di attenzione al fenomeno delle rapine in farmacia e alla necessità di fare formazione ai farmacisti e creare collaborazioni con le Forze dell'Ordine. Lo testimoniano l'avvio di un confronto tra le associazioni di categoria che nelle due province si sono attivate in più direzioni. Ad Ascoli nei giorni scorsi si è tenuto un incontro tra il presidente provinciale di Federfarma, Pasquale D'Avella, e il Prefetto, Rita Stentella, per sottoscrivere un protocollo di collaborazione, finalizzato alla prevenzione e contrasto delle rapine in farmacia. «Un successivo incontro operativo con il viceprefetto Anna Gargiulo - spiega D'Avella - è servito a fissare i punti qualificanti del protocollo che sarà sottoscritto in tempi brevi. Protocollo che ricalca quello già siglato a livello nazionale tra il Ministero degli Interni e Federfarma, nella comune volontà di migliorare la sicurezza delle farmacie, anche mediante un sistema di collegamento fra gli impianti di videosorveglianza e le centrali operative di Polizia e Carabinieri».

farmacista33.it - Per il futuro della professione il farmacista servono aggiornamento, formazione continua e flessibilità.fenagifarfpiu
Come passare dagli studi alla pratica, quali gli strumenti necessari e come far fronte alle sfide che il percorso presenta? Il futuro della professione di farmacista è stato al centro dell'incontro "Il farmacista dall'università alla professione: percorsi di crescita, right strategies e soluzioni", tenutosi a Milano all'interno del recente convegno Farmacista Più.
La sessione si è svolta con il contributo di Farma Aademy, Agifar, Fenagifar e Fofi, anche per fare il punto sulle prospettive occupazionali: ogni anno si iscrivono agli Ordini 4.000 giovani farmacisti, con l'intento di esercitare la professione, a fronte di un fabbisogno di 1.500 unità.
Un fenomeno però disomogeneo rispetto al territorio: «Ci sono regioni, soprattutto al sud, dove il fenomeno della disoccupazione è molto più sentito e altre invece dove al contrario è quasi difficile impiegare dei neolaureati» precisa Davide Petrosillo, Presidente Fenagifar. «Uno dei nostri obiettivi è stato quello di passare all'azione anche su questi temi; scopo del convegno era proprio mostrare le iniziative e gli strumenti messi a disposizione -da Fenagifar, da Farma Academy e dalla fondazione Cannavò - di un giovane farmacista sia per essere pronto per affrontare il lavoro quotidiano dietro il banco della farmacia, sia per consolidarsi come professionista della salute ed essere in grado di comprendere, interpretare e guidare il cambiamento che sta investendo il mondo della farmacia italiana. E illustrare a un giovane laureato quali sono le tappe da affrontare e gli strumenti da utilizzare per passare più facilmente da quello che ha studiato alla pratica professionale».

farmacia cassettofarmacista33.it - Gli effetti della Legge Concorrenza sono incerti e i trend non prevedibili. Disparità tra situazione locale e nazionale. 
Sarà perché sono passati ormai più di due anni da quando è in vigore, si è riaccesa, in questo ultimo periodo, la discussione sugli effetti della Legge Concorrenza.
A riportare l'attenzione sul tema è stato un Briefing Paper "Cinque domande sul capitale in farmacia" elaborato da Carlo Stagnaro, direttore dell'Osservatorio economico digitale dell'Istituto Bruno Leoni che, per filosofia, si fa promotore di un punto di vista liberale. E, di recente, si registra anche il dibattito che si è aperto a Pharmaevolution, con un confronto tra Ornella Barra, Co-Chief Operating Officer di Walgreens Boots Alliance, e i vertici di Federfarma.
In particolare, tra i punti affrontati dall'Istituto Bruno Leoni c'è anche quello del rischio che dalla Legge Concorrenza possano generarsi monopoli: contro i quali, per lo studioso, sarebbero sufficienti la capacità di intervento dell'Antitrust - «il settore è oggi estremamente frammentato e le eventuali acquisizioni da parte di gruppi societari di grandi dimensione devono essere notificate all'Autorità Antitrust, secondo la disciplina della concorrenza» - e il tetto del 20% su base regionale.
Sul tema abbiamo sentito anche Paolo Leopardi, avvocato dell'omonimo studio, all'indomani del suo intervento a FarmacistaPiù.

© Ordine dei Farmacisti della provincia di Ancona 2007-2019 - Powered by SpoonDesign & Studiofarma